INPETRA

International Pet Trainer Association

Gatto e vita in appartamento

Leave a comment

Gatto e vita in appartamento

I gatti vivono con noi da moltissimo tempo ma ciò nonostante hanno conservato il loro istinto di “animale selvatico” ed è proprio questo istinto che in alcuni casi può creare dei problemi di comportamento.
Fino a qualche decennio fa il gatto viveva principalmente all’esterno dove poteva svolgere indisturbato tutte la sue attività e solo alla fine tornava in casa per riposare.
Negli ultimi anni invece i nostri mici sono diventati prettamente casalinghi e non tutti hanno la possibilità di uscire a piacimento.

E’ per questo che hanno sempre più bisogno di noi per poter soddisfare le loro necessità istintuali.
• SPAZIO: bisogna assicurarsi che possano muoversi nelle tre dimensioni grazie a tiragraffi a soffitto, mensole, amache a parete, che abbiano nascondigli sia “al nostro livello” che in altezza, che abbiano spazio a sufficienza per correre e supporti su cui arrampicarsi.
• RIPOSO: i mici sono dei dormiglioni, possono restare a sonnecchiare per più di 15 ore al giorno ed è importante che abbiano la possibilità di farlo in tranquillità.
• CACCIA: è l’attività principale e la più importante. Se il gatto morde e graffia probabilmente ha bisogno di cacciare di più. Visto che in casa non ci sono prede naturali bisogna ingegnarsi per dargli la percezione di “guadagnarsi il cibo”. Per gatti che non hanno la possibilità di uscire si può sostituire la ciotola con dei giochi/distributori di cibo come le palle portasnack e tutti quei giochi di attivazione mentale che possono essere usati per alimentare il gatto in sostituzione della ciotola. In questo caso la razione secca giornaliera verrà suddivisa nei vari “giochi” in modo che il gatto debba ingegnarsi per mangiare.
• GIOCO: tunnel, scatole di cartone, buste di carta, topini con pelo, piume e qualsiasi altro gioco da fare insieme al gatto (si può anche istallare un piccolo percorso di agility in casa!).
Dedicare del tempo di qualità al nostro gatto e riuscire ad organizzare per lui delle vere e proprie attività da svolgere quando resta solo può migliorare molto non solo la sua vita ma anche il rapporto con il suo proprietario.

Laura Di Marco
http://www.petinroom.com

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s